• Menu
  • Menu

Sao Tomé e Principe: viaggiare spendendo poco!

Come anticipato nel precedente articolo (che potete leggere qui), ecco una guida pratica su come organizzare un viaggio a Sao Tomé spendendo poco!

Nella mia mente ho sempre visto questo arcipelago come un qualcosa di irraggiungibile ed accessibile solo ai ricchi. Devo dire però che mi sbagliavo, infatti, con un po’ di attenzione, è possibile anche per noi comuni mortali andare alla scoperta di queste splendide isole.

PREMESSA

Lo stile ed il tenore di viaggio che uno vuole adottare è soggettivo e proprio di ogni persona. Questo articolo si riferisce a prezzi per singola persona in appartamenti privati (quindi non condivisi) e a spostamenti effettuati autonomamente (con auto a noleggio).

Volare a Sao Tomé e Principe spendendo poco

La spesa più importante di un viaggio, in genere, è il volo! Per volare a Sao Tomé non c’è molta scelta, infatti dall’Italia la tratta è gestita solamente da TAP PORTUGAL. Ci sono però alcune accortezze per risparmiare un po’.

  • Effettua la prenotazione come utente registrato. Ai nuovi utenti, in genere, regalano 200 miglia (14 € circa) da utilizzare subito con il primo volo prenotato.
  • Ti serve davvero il bagaglio da stiva? Per alcuni voli, TAP PORTUGAL, mette a disposizione delle tariffe chiamate “Discount“:
La Tariffa DISCOUNT è disponibile solo per alcuni voli e permette di risparmiare molto.

La tariffa DISCOUNT ti permette di portare con te un bagaglio a mano di 8kg di dimensioni 55x40x20 ed un piccolo articolo personale (anche un altro zainetto) di peso massimo 2kg e dimensioni 40x30x15.
Ricordate ovviamente che non tutti gli articoli possono essere trasportati nel bagaglio a mano.

  • Prenotate in anticipo ed evitate l’alta stagione. Consiglio questo forse banale, ma efficace. Se avete la possibilità evitate di andarci ad Agosto (seppur ideale dal punto di vista climatico) ed andateci in un periodo “meno turistico”. Inoltre, (ma questo consiglio vale per tutti i viaggi), prenotate con largo anticipo. Per rendervi l’idea, io ho prenotato a Marzo per partire a Settembre!
  • Se decidete di visitare anche Principe. Una volta a Sao Tomé sarebbe un peccato non visitare anche l’isola di Principe. In questo caso dovrete affidarvi a STP Airways. Non ci sono tanti consigli da dare qui se non nuovamente quello di prenotare in anticipo. Purtroppo il volo, seppur della durata di poco più di mezz’ora, costicchia! (so di “leggende” di persone che hanno effettuato il viaggio via nave su imbarcazioni mercantili, non so se sia vero, ma sicuramente è poco sicuro).

Con queste accortezze il costo totale del volo comprensivo di andata e ritorno mi è costato 600 €.
Il volo da Sao Tomé e Principe, comprensivo di andata e ritorno, mi è costato invece circa 162 €.

Dormire a Sao Tomé e Principe spendendo poco

Sia nell’isola di Sao Tomé che nell’isola di Principe, dormire spendendo poco è un’impresa assai ardua. Come spiegato nella premessa io puntavo ad avere una soluzione indipendente che mi garantisse privacy. Gli strumenti che sono solito utilizzare durante i miei viaggi sono:

  • Booking
  • Airbnb (cliccando e registrandovi attraverso il mio link riceverete uno sconto).

La maggior parte delle sistemazioni sono date da hotel lussuosi (più o meno). In questo caso io mi sono affidato ad Airbnb, non volendo spendere più di 30 euro a notte.

Vi consiglio, come nel caso dei voli, di prenotare in anticipo. Questo perché le strutture a prezzi accessibili sono poche e di conseguenza “spariscono” in fretta.

A Sao Tomé, essendo l’isola più grande, è maggiore anche la scelta. Ecco dove ho alloggiato restando sul budget che mi ero prefissato:

Tradicional House vicino all’aeroporto

La sistemazione è abbastanza comoda e ben ubicata. Seppur vicino all’aeroporto, essendo davvero poco frequenti i voli, non si sentono rumori di aerei. Il prezzo è stato di circa 30 euro a notte. Diamo un’occhiata però ai PRO e CONTRO di questa sistemazione:

PRO
Vicinanza all’aeroporto
Casa spaziosa
Casa in contesto privato
CONTRO
WiFi non funzionante
Molto rumorosa (tanti animali: galli, galline, cani)

Domus Tumensis in corte privata

Il secondo alloggio a Sao Tomé è venuto ancora meno ed onestamente l’ho reputato migliore del precedente, anche se ho avuto qualche problema di comunicazione con l’host. Infatti arrivato davanti la porta, le donne delle pulizie non erano state avvisate del mio arrivo. Se non avessi trovato loro, non ci sarebbe stato nessuno ad accogliermi.

La sistemazione è molto, molto carina! Inoltre anche questa era inserita in una corte privata, anche se la zona non sembrava delle migliori. L’appartamento è un po’ decentrato rispetto al centro città, ma è comunque comodo per raggiungere i vari punti di interesse (a patto che siate disposti a camminare). La spesa è stata di circa 25 € a notte.

PRO
WiFi molto buono
Casa spaziosa in contesto privato
Appartamento non eccessivamente rumoroso
CONTRO
Problemi di comunicazione con l’host
Appartamento un po’ decentrato

Complexo Beira Mar by Dona Juditinha

A Principe la scelta si riduce ai minimi termini. L’unica sistemazione buona che ho trovato è stato il Complexo Beira Mar. In pratica un grande edificio con varie camere da letto e con bagno privato. Al piano terra è presente anche un ristorante (facente parte dello stesso complesso e della stessa proprietaria). L’unico sempre aperto, in quanto, secondo parole di Juditinha (la proprietaria del “Complexo”): “Qui i ristoranti aprono quando vogliono, non rispettano orari, se hanno voglia o prenotazioni, aprono!”. Ad ogni modo l’accoglienza è fantastica e ci si sente davvero a casa. La spesa è stata di circa 30 € a notte.

PRO
WiFi ottimo
Ci si sente a casa
Ristorante super buono!
CONTRO
Se proprio si vuole essere puntigliosi, la posizione indicata su Airbnb dell’alloggio è errata

Mangiare a Sao Tomé e Principe spendendo poco

Mangiare a Sao Tomé e Principe spendendo poco non è così complicato.

ATTENZIONE

Più avanti pubblicherò un articolo specifico sui ristoranti migliori di Sao Tomé e Principe. Ad ogni modo, ovunque andiate, fate attenzione alla cottura degli alimenti e alle bottiglie di acqua che siano sigillate. In genere ve le aprono davanti gli occhi per dimostrarvi che sono “nuove”.

Per mangiare bene e a poco, ci viene in aiuto Tripadvisor e Google, con le loro recensioni. In genere, di media, volendo spendere poco, si va dagli 8 ai 13 euro a pasto birra inclusa. Evitate i ristoranti degli hotel che ovviamente vi faranno spendere anche il doppio con una qualità di cibo poco soddisfacente.

La maggior parte dei ristoranti qui sono di proprietà degli stranieri (soprattutto francesi), ma ci lavorano i locali.

Non vi è una cucina chissà quanto elaborata e varia. I piatti principali sono ovviamente a base di pesce, ma nei menù è presente anche la carne, seppur ad un prezzo nettamente maggiore.

Il piatto tipico è in genere un piatto unico, con pesce, riso, verdure e banane fritte.

Per saperne di più dovrete attendere il mio prossimo articolo dedicato ai ristoranti, non vi spoilero nulla!

Muoversi a Sao Tomé e Principe spendendo poco

Non esistono mezzi pubblici come autobus, tram, metro e treni. L’unico modo per muoversi è con i Taxi (presenti solo nell’isola di Sao Tomé, perlomeno quelli “ufficiali”), i Taxi collettivi (che in realtà sono dei mini furgoncini gialli che fanno il giro della città e caricano persone fino ad esplodere), noleggio auto con autista, noleggio auto in autonomia.

Ciò che mi sento di consigliarvi è di noleggiare un 4×4 (il Suzuki Jimny va benissimo), per conto vostro. Con i Taxi collettivi non sarete in grado di visitare tutti i luoghi che volete ed inoltre perderete la vostra indipendenza.

Toglietevi però dalla testa di spendere poco, tanto a Sao Tomé, tanto a Principe. Allora come facciamo a risparmiare vi chiederete?

Ecco qualche consiglio:

Noleggio auto a Sao Tomé

A Sao Tomé vi consiglio di affidarvi a Tortuga Car Rental, mi sono trovato davvero bene con loro. Ovviamente è d’obbligo la copertura totale. Il prezzo, per un Suzuki Jimny, si attesta sui 40 euro al giorno comprensivo di assicurazione completa. Non è poco ma neanche tantissimo. Per visitare Sao Tomé vi bastano 4 giorni di noleggio (5 se volete godervi di più l’isola):

  • 1 giorno per visitare la parte centrale
  • 1 giorno per visitare la parte nord
  • 1 giorno per visitare la parte sud (scegliete una giornata soleggiata così da ammirare il Pico Cao Grande)
  • 1 giorno per tornare al sud ed imbarcarvi per Ilheu Das Rolas
  • 1 giorno per tornare nel posto che più vi è piaciuto

Non lasciatevi spaventare da chi sconsiglia di prendere la macchina in autonomia per colpa delle strade malmesse. Certo, ci sono strade combinate male, ma andando piano e con attenzione è tutto superabile.

Noleggio auto a Principe

A Principe i costi sono più alti, ma fortunatamente basta un solo giorno di noleggio per visitare l’isola con la macchina.

IMPORTANTE

Non fate il mio stesso errore, ovvero l’essere convinti che atterrati a Principe, è facile trovare un taxi fuori dall’aeroporto, perché NON E’ COSI’! Infatti me la sono fatta a piedi fino in città (non è comunque una cosa impossibile). Se non avete voglia di camminare, mettetevi d’accordo prima, di farvi venire a prendere da qualcuno del vostro hotel/appartamento.

Tornando a noi, l’unica agenzia che ho trovato per il noleggio auto a Principe è SAOFERIAS. Il costo è di 60 euro al giorno, assicurazione totale compresa, per il noleggio di un Suzuki Jimny. Non è poco, ma non c’è alternativa se si vuole avere la libertà di visitare l’isola da soli. Sono super efficienti e precisi!

Nell’articolo Informazioni utili su Sao Tomé avevo già parlato di loro.

E la benzina?

La maggior parte delle auto sono a benzina, quelle a gasolio sono abbastanza rare. Il costo della benzina si attesta su poco più di un euro. Quindi nulla di esorbitante. L’unica cosa è che a Principe, c’è un solo benzinaio! Quindi aspettatevi di fare 30/40 minuti di fila (c’è gente che fa scorta con 10-20 taniche).

Comprare da mangiare a Sao Tomé spendendo poco

Se volete comprare qualcosa da mangiare o da cucinarvi da soli, potete affidarvi ai vari market che ci sono sparsi per l’isola. I prezzi sono in genere accessibilissimi. Di seguito vi segnalo i supermercati più forniti ed economici a mio parere:

SUPER CKDO

Super Ckdo è sicuramente il miglior supermercato che ho trovato sull’isola di Sao Tomé. Grande, economico e completo di tutto.

COLOMBO SUPERMARKET

Colombo Supermarket è un po’ meno fornito, ma ha comunque le cose indispensabili. I prezzi sono bassi.

LUSOCASH

Sull’isola di Principe invece, vi segnalo invece Lusocash. Da fuori sembra una normale abitazione. Ci sono pochi prodotti, il posto è molto piccolo, ma c’è l’indispensabile.

Comprare souvenir a Sao Tomé e Principe spendendo poco

Non esistono veri e propri negozi di souvenir a Sao Tomé e Principe. Potrete trovare qualche bancarella per strada o nei vari punti di interesse dell’isola. Il consiglio mio è quello di fare scorta di ricordini di artigianato locale. Il miglior posto è l’ Associação “Pica-Pau”:

Ricordatevi di contrattare SEMPRE. Sparate sempre un prezzo che è la metà di quello proposto. Riuscirete a trovare poi un compromesso vantaggioso per entrambi.

♦CONTENUTO BONUS♦

Come far finta di essere ricchi a Sao Tomé e Principe

DISCLAIMER

Il seguente paragrafo è di stampo ironico, non è da prendere seriamente (o almeno non troppo). Ci sono comunque informazioni utili.

Anche il social vuole la sua parte! Ma come far credere alla gente che ci vede su Instagram che in realtà ci stiamo facendo una vacanza da ricconi?

  • Fate credere di alloggiare al COSTOSISSIMO “Bom Bom Island Resort” a Principe. Vi faranno entrare senza problemi a visitare questo lussuoso resort. Con indiscrezione potrete fare anche svariate foto. Cercheranno giusto di convincervi a rimanere a pranzo nel ristorante dell’hotel, ma potrete liquidare il personale con un “ok grazie, ora ci penso.”
  • Fate credere di essere così ricchi da potervi permettere anche di alloggiare al Pestana Equador di Ilheu Das Rolas. Visitando Ilheu Das Rolas avrete la possiblità di passare circa 6 ore sull’isola e mangiare al Pestana Equador per 15 €. Non sono rimasto soddisfatto dal pranzo onestamente, ma ho avuto la possibilità di accedere alla piscina dell’hotel e alla spiaggia con i lettini ad un metro dall’oceano!
  • Fate rosicare tutti mentre vi rilassate sdraiati su una palma. In realtà era scomodissima, ma nessuno lo sà!

Conclusioni

Il mio budget fissato per questa vacanza era di 2000 euro tutto compreso e sono riuscito a starci dentro tranquillamente. Considerato che sono stati 13 giorni pieni di viaggio, con un budget di 100 euro giornalieri, si riesce a fare tutto. Stando in più persone ovviamente i prezzi possono diminuire di molto (basti pensare al dividere la spesa dell’auto o dell’appartamento).

Se avete domande, dubbi o curiosità, non esitate a scrivermi!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *