• Menu
  • Menu

Sao Tomé e Principe: informazioni utili

Nei meandri del web si trova ben poco in merito a questo piccolo stato dell’Africa. Ho voluto quindi raggruppare tutti i consigli ed informazioni utili necessarie per affrontare al meglio questo viaggio.

Prima di partire

Visto di ingresso

Per i cittadini italiani il visto di ingresso NON è necessario per soggiorni inferiori ai 15 giorni (non avrebbe senso restare di più). Ad ogni modo vi lascio un paio di link super utili per verificare la necessità o meno del visto:

iVisa.com
Evisa.st

Tassa di ingresso

Non esiste alcuna tassa da pagare all’arrivo.

Vaccinazioni

Ho fatto il vaccino per la febbre gialla, ma in realtà mi pare di aver capito sia obbligatorio solo per le persone che partono da determinati paesi a rischio o per persone che fanno scalo per più di 12 ore in un paese a rischio.
Partendo da Roma con la Tap Portugal (seppur faccia un breve scalo tecnico ad Accra, in Ghana) non si dovrebbero aver problemi. Io per sicurezza l’ho fatto ugualmente, ma non mi è stato controllato il libretto giallo delle vaccinazioni.

Inoltre tra le vaccinazioni consigliate vi sono l’antitifica (che ho fatto), l’epatite A (che avevo fatto per andare in India ma stavo al limite massimo del tempo di efficacia. Comunque non l’ho rifatta).
Inoltre consiglio di controllare se avete fatto le classiche vaccinazioni quali morbillo, varicella ecc. (io mi ero reso conto di non essere mai stato vaccinato per il morbillo! Così ho colto l’occasione per fare anche questa).
Per quanto riguarda invece la profilassi antimalarica il medico stesso me l’ha sconsigliata in quanto sono più gli effetti collaterali che la protezione (davvero molto bassa).

Conviene utilizzare accortezze quali spray antizanzare, zanzariere, vestiti chiari e lunghi (consultate il vostro medico per ulteriori dettagli).
Qui di seguito lo spray che ho utilizzato io:

Inoltre non preoccupatevi se sull’aereo verrà spruzzato uno spray, è tutto normale, non è nulla di tossico, serve per disinfettare.
A Principe, una volta atterrati, vi punteranno una pistola in fronte, ma in realtà è solo un termometro laser per misurarvi la febbre.

Patente di guida

Non è necessaria la patente internazionale. O meglio, teoricamente lo sarebbe ma praticamente… non lo è! Tutte le compagnie di noleggio accettano la patente italiana. Mi è capitato anche di essere stato fermato dalla polizia per un controllo e non ci sono stati problemi di alcun tipo.

Bagaglio a mano

Non portate con voi, nel bagaglio a mano, l’ombrello. In quanto seppur dall’Italia ve lo faranno passare tranquillamente, al ritorno no! Non ne ho compreso il motivo, ma è così. Infatti ai controlli di sicurezza c’era l’addetto che continuava a dirmi “Guarda-chuva! Guarda-chuva!” (ombrello in portoghese) ed ho dovuto lasciarlo lì in quanto sono partito con un solo bagaglio a mano di 8 kg.

Lingua

Si parla portoghese. In pochissimi sanno parlare inglese, al massimo qualcosina di francese. Vi consiglio quindi di imparare le basi, che possono sempre tornarvi utili.

Assicurazione

Siccome il sistema sanitario non è il massimo, per sicurezza vi consiglio un’assicurazione. Io ho scelto Coverwise. Non saprei dirvi come è, perché fortunatamente non ne ho avuto bisogno!

Quando andare

Il tempo è molto particolare in quanto piove e smette molto spesso. Ci sono stato verso metà Settembre e a differenza di quanto riportato su molti siti, la pioggia ce ne stava abbastanza, soprattutto nella parte sud e a Principe. Probabilmente il periodo migliore è Giugno/Luglio.

Durante il viaggio

Soldi

La moneta ufficiale è il Nuovo Dobra; il tasso di cambio applicato è 1 EUR = 25 Dobra.
Molti posti accettano l’euro dandovi in cambio, come resto, i Dobra.

Non avrete modo di prelevare (esistono gli ATM ma funzionano solo con le carte locali) e le carte di credito non sono accettate, di conseguenza dovrete portarvi i soldi in contanti.

Potrete cambiare gli Euro in Dobra o in Banca o per strada (vi consiglio quest’ultima soluzione). Non fatevi intimorire, cambiare soldi per strada è sicuro e legale (a quanto ho capito è un vero e proprio lavoro). Vi indico il punto dove potrete trovare persone che cambiano soldi:

Nei pressi della Banca Internazionale di Sao Tomé ho sempre trovato qualcuno; saranno loro a fermarvi o a farvi cenno.

ATTENZIONE a Principe sarà complicato cambiare i soldi (penso si possa fare solo in banca), il mio consiglio è di cambiare la giusta quantità prima di partire per questa seconda isola.

ATTENZIONE 2, non sarà possibile cambiare nuovamente le dobra in euro, quindi organizzatevi bene.

Elettricità

Per le prese elettriche potete stare tranquilli, è una normale “presa a due”, quindi potete collegare il vostro caricabatterie o altro tranquillamente. Possono però capitare interruzioni di corrente anche di qualche ora, quindi per stare tranquilli portatevi un PowerBank. Questo è quello che ho utilizzato io:

Telefono, connessione a internet e WiFi

A Sao Tomé la vostra scheda non funzionerà, neanche per mandare un sms. Non avrete proprio campo. Inoltre per internet non fate affidamento sulla presa del WiFi del vostro hotel o appartamento perché spesso e volentieri non funziona. Il mio consiglio è quello di farvi una sim del luogo. Esistono due operatori di rete CST e Unitel. Io vi consiglio il primo (CST) in quanto ha un’infrastruttura più sviluppata e sono maggiori i punti di vendita.

Vi consiglio la “Loja Central“, adiacente alla Chiesa di Sao Tomé in quanto è aperta dalla mattina alla sera. Ho scelto il piano Mensal+ che prevedeva 6 giga di internet spendendo circa 15 euro totali. Non ho mai avuto problemi di rete, andavo persino in 3G!

Orario

Sao Tomé si trova 2 ore avanti rispetto l’Italia (o 1 ora in base ad ora legale o solare italiana). Considerate inoltre che il giorno inizia già verso le 5-5:30 e fa anche buio prima; verso le 17:30/18. Io mi sono adeguato a questi orari, infatti andavo generalmente a letto presto così da svegliarmi riposato altrettanto presto!

Trasporti

Come consigliato nel mio articolo inerente l’itinerario la macchina è necessaria per visitare l’isola. Se siete un minimo abituati alle strade sterrate e malandate prendetela in autonomia (non è nulla di infattibile). Fate attenzione ai bambini che giocano per strada e andate piano! Evitate inoltre di guidare di notte in quanto l’illuminazione è pressoché inesistente.

La macchina è necessaria tanto nell’isola di Sao Tomé tanto nell’isola di Principe. I prezzi vanno dai 40 ai 60 euro al giorno per un Suzuki Jimny, assistenza inclusa.

Per quanto riguarda l’isola di Sao Tomé vi consiglio Tortuga Car Rental sono davvero affidabili, i numeri uno!

Per quanto riguarda l’isola di Principe invece esiste solo (che io sappia) Saoferias. Sono davvero disponibilissimi. Vi lascio anche i contatti telefonici. Potete contattarli direttamente su whatsapp!

Vladimyr 00239 983 6612
Alisio 00239 995 4141

Esistono anche i Taxi (solo a Sao Tomé), ma ve li consiglio giusto per muovervi da e per l’aeroporto (sono 10 euro a tratta).
E poi vi sono i taxi collettivi, dei furgoncini gialli utilizzati unicamente dalle persone del luogo. Sono dei pazzi alla guida!

Per quanto riguarda la benzina, a Sao Tomé vi sono vari distributori. Vi consiglio questo:

Ha accettato tranquillamente anche gli euro.

Su Principe invece esiste un solo distributore ed è sempre strapieno! Quindi armatevi di pazienza e siate pronti ad aspettare quella buona mezz’ora.

Il costo della benzina si attesta circa su 28 dobra, quindi 1,12 euro per litro.

Souvenir

Per quanto riguarda i souvenir vi consiglio vivamente questa associazione dell’artigianato locale:

Troverete molti oggetti di artigianato locale. Mi raccomando, contrattate sempre, è normale farlo.

Vi consiglio inoltre di riportarvi a casa un po’ di cioccolata di Claudio Corallo ed eventualmente di Diogo Vaz.

Se alla fine del viaggio vi rimane qualche Dobra, non disperate, all’aeroporto di Sao Tomé troverete un piccolo negozio di souvenir. I prezzi saranno più alti del normale, ma tanto non avrete modo di cambiare le Dobra in euro, quindi tanto vale spenderle.

Il ritorno

Departure Tax

Voglio rassicurarvi dicendo che non esiste alcuna tassa di uscita dal paese contrariamente da quanto riportato online.

Check-in

Recatevi all’aeroporto di Sao Tomé anche due ore e mezza prima, le cose possono essere abbastanza lente talvolta. Inoltre non preoccupatevi se facendo il check-in online vi dirà che la carta di imbarco da Sao Tomé a Lisbona non è disponibile, ve la daranno direttamente all’aeroporto.

Credo di aver toccato tutti gli argomenti possibili, se così non fosse, per eventuali dubbi, fatemelo sapere! Buon viaggio!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *